Overview

Nella stampa 3D per metalli, sia nella tecnologia Laser sia nell’EBM, l’oggetto realizzato deve essere staccato dalla platform con un taglio meccanico tipicamente realizzato per elettroerosione.
La platform deve poi subire un trattamento di rettifica. Questi due trattamenti risultano economicamente costosi e onerosi in termini di tempo impiegato. Ad esempio il taglio per elettroerosione può richiedere anche 4 ore, con un costo macchina tipico circa 50 euro/ora è facile capirne l’impatto.

 

 

L'idea

Per poter staccare facilmente l’oggetto dalla platform è stato pensato un sistema che sfrutta materiali a temperatura di fusione inferiore a quella del materiale costituente l’oggetto realizzato.
Le prove sono state condotte su una platform cilindrica di acciaio, sulla quale è stato costruito un sottile layer di rame e su di esso un layer di 3 mm di una lega stagno-argento. Su tale platform sono stati realizzati oggetti in rame e tantalio.

 

 

Il funzionamento

Come si può vedere dal filmato il distacco è estremamente semplice e veloce, basta scaldare la platform o l’oggetto a temperature superiori a quella del layer sulla platform.
In questo caso abbiamo usato una semplice pistola ad aria calda. La planarità può essere facilmente ripristinata come si vede nel video. Le impurità rimaste non hanno alcun effetto sul prodotto finale.